Come funziona il sistema per la pressurizzazione delle zone filtro Master Black 4.2

Nel 2017 Sacop ha creato una nuova generazione di sistemi per la pressurizzazione dei locali filtro denominata Brushless 4.2. Questa nuova generazione di pressurizzatori nasce dall’esperienza maturata negli anni da Sacop in tutte le fasi della filiera, dal predimensionamento, allo sviluppo e produzione delle macchine Master Black, dalle operazioni di installazione a quelle di manutenzione eseguite in tutto il territorio nazionale.

Il nuovo sistema Master Black 4.2 risulta composto da unità Master e unità Black la quale, a differenza dei precedenti dispositivi Black che lavoravano con un voltaggio in corrente continua a 24 V, lavora con una tensione pari a 48 V, con notevoli vantaggi per tutto il sistema.

L’unità Brushless 4.2 garantisce una notevole portata d’aria con un massimo pari a 4.200mc/h ed una prevalenza massima pari a 280 Pa. Le caratteristiche tecniche del nuovo ventilatore garantiscono valori di intensità di corrente molto bassi permettendo alle batterie a corredo di raggiungere durate di funzionamento superiori a 180 minuti.

Come funziona il sistema Master Black 4.2

Maggiori informazioni

Il nuovo sistema Master Black 4.2 ha la possibilità di regolare manualmente, tramite potenziometro, la velocità di rotazione della ventola con conseguente aumento o diminuzione della portata d’aria immessa all’interno del locale.

In alternativa il nuovo sistema Master Black 48V ha la possibilità, quando in funzione il sistema, di regolare automaticamente la velocità della ventola tramite l’aggiunta di una scheda suppletiva ed un pressostato differenziale. La regolazione automatica della ventola garantisce il mantenimento all’interno della zona filtro di una sovrappressione costante al livello preimpostato (30 Pa come richiesto dalla normativa vigente italiana).

Il funzionamento del pressostato differenziale risulta molto semplice: viene posizionato indifferentemente o all’interno della zona filtro oppure all’esterno, con le due tubazioni di presa d’aria, una collegata all’interno della zona filtro, l’altra all’esterno. Il collegamento elettrico di alimentazione è diretto con l’unità Black.

Quando il sistema entra in funzione l’unità Black assume automaticamente un numero di giri tali da garantire all’interno della zona filtro una sovrappressione differenziale tra interno ed esterno maggiore o uguale a 30 Pa, facilmente rilevabile con la lettura del display del pressostato stesso. A seguito dell’apertura della porta di ingresso al filtro per il passaggio delle persone durante l‘esodo, la ventola aumenta automaticamente la sua velocità fino al livello massimo, in modo da garantire che gli eventuali fumi dell’incendio possano rimanere all’esterno del filtro e mantenendo tale velocità fino a quando la porta rimane aperta. Con la chiusura della porta la ventola riduce la sua velocità per riportare il livello della sovrappressione interna al valore impostato (ad es. 30 Pa).

La filosofia che da sempre accompagna SACOP si traduce anche in un pronto servizio di installazione, manutenzione e assistenza e post-vendita al servizio del cliente finale.

Contattaci per maggiori informazioni e/o una consulenza professionale

Condividi il post

La struttura tecnico-commerciale Sacop è a vostra disposizione per ogni eventuale chiarimento